Camera di Commercio di Brescia

 


logo_fab

Lavoro intermittente - Comunicazione della chiamata - Istruzioni operative

Il Ministero del Lavoro è intervenuto sulle novità introdotte in materia di lavoro intermittente dalla legge n. 92 del 2012, di Riforma del mercato del lavoro, fornendo istruzioni sulle modalità di effettuazione della comunicazione preventiva della chiamata al lavoro dei lavoratori intermittenti.

Si rammenta che l’art. 1, comma 21, lettera b), legge n. 92, prevede che: prima dell'inizio della prestazione lavorativa o di un ciclo integrato di prestazioni di durata non superiore a 30 giorni, il datore di lavoro è tenuto a comunicarne la durata con modalità semplificate alla DTL competente per territorio, mediante sms, fax o posta elettronica. Con decreto di natura non regolamentare del Ministro del Lavoro, di concerto con il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, possono essere individuate modalità applicative della disposizione di cui al precedente periodo, nonché ulteriori modalità di comunicazione in funzione dello sviluppo delle tecnologie. In caso di violazione degli obblighi di cui al presente comma si applica la sanzione amministrativa da euro 400 ad euro 2.400 in relazione a ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione. Non si applica la procedura di diffida di cui all'art. 13 del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124.

Nell’Area riservata sono disponibili le modalità operative per l’utilizzo dei canali attraverso i quali poter effettuare comunicazione della “chiamata”.

NEWS 2012


<< Precedente   Successivo >>

 

 

 
 
© 2009  - Tutti i diritti sono riservati - CF 98084110174
Testi e Fotografie: ABA - Associazione Bresciana Albergatori Brescia
Privacy Statement - Artwork: Ferriani.com