Camera di Commercio di Brescia

 


logo_fab

Bocca: “Il paventato aumento a Roma potrebbe avere effetti disastrosi sul settore”

Il paventato e spropositato aumento dell’imposta di soggiorno, proposto da Ignazio Marino, Sindaco di Roma, se attuato potrebbe avere effetti disastrosi sul turismo non solo della Capitale ma dell’intero Paese”. È questo il commento del Presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alle reiterate voci che darebbero imminente a Roma un aumento dissennato dell’imposta di soggiorno.

Come si ricorderà questa tassa sui turisti italiani e stranieri è applicata in poco più di 500 Comuni, che tuttavia pesano per il 52,5% delle presenze turistiche complessive.

Il timore che oltre al danno per Roma, che rimarchiamo con fermezza va azzerato sul nascere non aumentando l’imposta - conclude Bocca - possa diffondersi un effetto di spirito d’emulazione nel resto del Paese, deve vedere il Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, schierarsi in prima persona per cancellare innanzitutto in tutta Italia questa imposizione priva per giunta di una regolamentazione univoca e che colpisce esclusivamente le strutture ricettive che come gli alberghi sono registrate, pagano le tasse e producono ricchezza ed occupazione per l’intera economia nazionale”.

NEWS FLASH


<< Precedente   Successivo >>

 

 

 
 
© 2009  - Tutti i diritti sono riservati - CF 98084110174
Testi e Fotografie: ABA - Associazione Bresciana Albergatori Brescia
Privacy Statement - Artwork: Ferriani.com